RIFIUTI – M5S VUOLE UN PAESE RIVOLTO AL PASSATO, MA COSTA TROPPO GUARDARE INVECE AL FUTURO?

Mentre in Campania si rischia l’ennesima emergenza rifiuti, i 5 Stelle ribadiscono che “per noi vale solo il contratto”. Ma se nell’accordo di governo manca la parola termovalorizzatore – così come del resto manca la parola Sud – ce ne faremo una ragione, caro ministro Di Maio, perché di fronte alla minaccia di una nuova bomba ecologica non si può più perdere tempo.

Oggi riunione straordinaria di mezzo governo in Campania, ma si alzano solo i fumi tossici della propaganda. L’emergenza rifiuti si affronta costruendo termovalorizzatori, anche a tutela dell’ambiente, e non minacciando la chiusura degli impianti già presenti in Lombardia.

La raccolta differenziata da sola non basta e l’economia circolare non è altro che la declinazione della decrescita felice. Intanto, i rifiuti si esportano e paghiamo 120 mila euro al giorno di multe all’UE.
I 5 Stelle confermano, ancora una volta, di voler un Paese rivolto al passato. Ma costa troppo guardare invece al futuro?