Salvato il posto di lavoro per 40 addetti alla logistica di SDA

Si è conclusa positivamente la vicenda di 40 lavoratori addetti alla movimentazione di SDA Torino, appaltata da una cooperativa romana, che dopo aver sofferto per mesi lunghi ritardi nel pagamento degli stipendi erano rimasti, nell’ultimo periodo, completamente privi delle spettanze concordate con la ditta. Una storia assurda che ha messo in seria difficoltà numerose famiglie che sono state costrette a fare a meno per lungo tempo di entrate preventivate.

Nonostante la gravità della situazione, ai dipendenti in questione è però giunto una sorta di regalo di Natale anticipato, perché Man Hand Work è subentrata al contratto appaltato dalla cooperativa di Roma assumendo tutti i lavoratori già in carico alla vecchia e insolvente ditta.

La Man Hand Work è un’azienda torinese specializzata nella gestione di appalti logistici che annovera tra il proprio portafoglio clienti numero società sparse in tutto il nord Italia. L’amministratore Marco Covarelli, tra gli artefici dell’operazione di subentro nell’appalto, ha reso noto di aver “portato a termine un progetto  non semplice che però, adesso che è giunto a compimento, presenta indubbi vantaggi per tutti: innanzitutto per i lavoratori che in vista delle feste potranno passare il Natale senza la preoccupazione di un posto di lavoro in bilico, poi per la continuità di un servizio che soprattutto durante il periodo natalizio e i conseguenti carichi di lavoro deve essere ancora più efficiente ed infine per la Man Hand Work che cresce ulteriormente con un cliente prestigioso come SDA che già seguivamo con due filiali più piccole”.

Un lieto fine per una brutta storia che mette in risalto il fondamentale ruolo svolto dal tessuto produttivo del Paese nell’ottica della crescita e dell’innalzamento dei livelli occupazionali.