Ecco chi sono i falchi tedeschi che sognano di tornare al deutsche mark

di Vittorio Da RoldIl Sole 24 Ore del 21.08.2012

A Berlino, ad Alexander Platz, Mehmet, curdo originario di Marvin, sud-est della Turchia, vende kebab ma vorrebbe il ritorno al Deutche Mark perché l’euro non è forte e stabile come lo era il vecchio marco. Anche Sahra, insegnante tedesca a riposo è in fila per visitare la cupola Parlamento tedesco, quello disegnato da sir Norman Foster, ma è stanca di pagare per le cicale del sud dopo 40 anni di lavoro, una pensione bloccata e il welfare meno generoso di un tempo. Joschka , 22 anni, lavora alla Opel e teme che gli verrà ridotto l’orario di lavoro e lo stipendio a causa del calo di ordini. L’umore popolare sopra Berlino non è a favore dell’euro e i politici locali annusano l’aria in vista delle elezioni.

(altro…)