Una distanza insostenibile

di Angelo PanebiancoCorriere della Sera del 04.06.2012

Se cerchiamo le cause profonde della crisi dell’Europa, possiamo forse identificarne una più generale e una più specifica. La più generale consiste nel «ciclo generazionale». La più specifica nell’incapacità delle élite europeiste di fare i conti con le credenze del common man, dell’uomo comune europeo.

(altro…)