Il coraggio degli eurobond per creare la «Grande Europa»

di Jacques DelorsIl Sole 24 Ore del 06.06.2012

La moneta è un simbolo, una rappresentazione più o meno oggettiva delle performance economiche e sociali, uno strumento di speculazione e un possibile mezzo di regolamentazione mondiale. Il passaggio alla moneta unica è un cambiamento veramente radicale, e ciò contribuisce a farci valutare le attuali difficoltà.
Dal 1999 al 2007 i risultati ottenuti dall’Unione economica e monetaria sono stati molto apprezzabili. Il tasso di crescita è stato in media un po’ superiore al 2 per cento, si sono creati 12 milioni di posti di lavoro, si è attuata una maggiore integrazione della zona in materia di investimenti e di scambi commerciali. Ma – come avevo fatto presente invano, già nel 1987 – c’era un anello mancante: la cooperazione.
Torno dunque a parlare di “trittico”, fatto di competitività, cooperazione, solidarietà. Il polo monetario è costituito dalla Banca centrale europea, con un sistema ben strutturato di banche centrali nazionali.