Il processo Ruby non è cosa di giustizia

Di Giancarlo Loquenzi – Da L’Huffington Post

Se un uomo pubblico viene condannato in processo a 7 anni di galera – senza aver ucciso, rubato, frodato lo Stato, usato denaro dei cittadini per i suoi interessi, tradito la sua Patria, senza che vittime di qualsiasi genere reclamino la sua pena – e la piazza pubblica e quella virtuale si riempiono di festa e di giubilo, di canti di liberazione, ecco allora di quel processo è difficile di parlare come un fatto di giustizia. (altro…)