La dissolvenza di un partito

di Angelo PanebiancoCorriere della Sera del 25.05.2012

Una delle poche certezze che si hanno sul futuro è che l’area politica denominata «centrodestra», per un ventennio tenuta insieme dalla leadership di Silvio Berlusconi, dopo le prossime elezioni, sarà assai diversa da come è oggi. L’agonia era già cominciata da tempo.

(altro…)

Un Cav. indeciso a tutto per resuscitare il Pdl. E Casini non lo aiuterà

di Salvatore MerloIl Foglio del 24.05.2012

Disordine, incertezza e confusione, ma anche improvvisi bagliori di resipiscenza politica si alternano nelle ore più complicate della giovane vita del Pdl in crisi di identità e consenso. Silvio Berlusconi prova a mettere ordine nelle file rotte del suo partito e soprattutto tra le sue stesse, pencolanti e contraddittorie, inclinazioni: nel primo pomeriggio a Palazzo Grazioli di fronte al suo stato maggiore, presente anche l’amico Fedele Confalonieri schierato su posizioni “molto lontane” dall’antimontismo protestatario degli ex di An, il Cavaliere ha negato – prima ancora di ripeterlo pubblicamente da Bruxelles in serata – ogni ipotesi di una sua possibile ricandidatura a premier: “Non ne ho alcuna intenzione”. Nei capannelli a Montecitorio non si discute di altro: alcuni deputati del Pdl circondano il capogruppo Fabrizio Cicchitto, gli chiedono notizie del capo. “Ha smentito tutto. Quello che ha scritto Repubblica non era vero niente”, dice Cicchitto, e qualcuno gli risponde: “Berlusconi mica dice bugie”. Lungo silenzio. Sorrisi.

(altro…)

Gelmini sceglie gli alleati del Pdl

Intervista a Mariastella GelminiDIRE del 27.04.2012

ROMA – Il governo Monti arriverà al 2013 e poi sarà una “grande campagna elettorale” a sostegno di Angelino Alfano, il candidato premier del Pdl, quale che sarà il nuovo nome del partito di Silvio Berlusconi. Mariastella Gelmini, ex ministro dell’Istruzione, non ha dubbi: “Gli altri- dice intervistata dalla Dire- parlano di ricambio generazionale, il Pdl l’ha già fatto. Tra poco il rinnovamento del partito sarà completo”.

(altro…)

Cari Daniel e Mauro Tommy (Lettera sulle partite IVA)

Mariastella, ci avete lasciati soli… ci stanno massacrando, almeno l’altra volta il Cavaliere era una speranza… ma questa volta siamo veramente soli, siete poco credibili, le alleanze saltano, oggi con te domani con lui, comunque il lavoro manca per tanti e non resta che la rassegnazione… [Daniel Casella]

Continuate a dire che le imprese artigiane e commercianti e agricoltura sono il motore della nostra economia, ma nessuno in concreto le ascolta con la giusta considerazione e se ne fa portavoce, se non come tema di protesta. Credo sia ora che per la tradizione del nostro partito e la famosa meritocrazia che vogliamo applicare, dobbiamo alzare la VOCE. [Mauro Tommy]

Cari Daniel e Mauro Tommy,

grazie per avermi scritto. Una delle ragioni della discesa in campo di Silvo Berlusconi e di Forza Italia prima, e ora PdL, é stata ed é la volontà di dar voce al popolo delle pmi poi delle partite IVA, tanta gente abituata a lavorare sodo fra mille difficoltà, spesso vessata dalla burocrazia, dal fisco, oggi anche dalle banche. Gente che non conosce la visibilità e la retorica con cui ancora oggi viene raccontato il mondo del lavoro, quasi fosse un quarto Stato ottocentesco povero e impoverito.Il mondo è cambiato, l’Europa è in difficoltà e la globalizzazione promuove nuovi player: Brasile, India,Cina. E noi siamo all’articolo 18. Basta con questi mandarini della legislazione del lavoro!

(altro…)