Roma, 17 feb. (askanews) – “Il copione è lo stesso: l’Europa ha perso l’anima e a comandare sono i tecnocrati di Bruxelles eterodiretti. Sono cambiati però protagonisti e commentatori. Perché quando a lanciare l’allarme era Berlusconi c’erano commenti acidi per un governo inadeguato. Oggi che a lamentarsi è Renzi: l’Europa è diventata matrigna. Ma con una legge di stabilità in rosso, il bilancio che fa acqua dappertutto e il debito alle stelle sarà dura convincere i tecnocrati dell’Unione della bontà della ricetta italiana. Predicare bene (con tante chiacchiere) e razzolare male”.

Lo scrive Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera, sulla sua pagina Facebook.

Categorie: Comunicati