Umbria 2019, il centrodestra unito vince

Il centrodestra unito si conferma la coalizione del presente e del futuro: la sequenza di vittorie elettorali nelle Regioni, che ieri ha avuto un’altra straordinaria conferma con la conquista dell’Umbria, una regione da cinquant’anni governata dalla sinistra, e’ indiscutibile. La coalizione oggi guida 12 regioni e governa su 33 milioni di italiani. Se qualcuno aveva dubbi sul fatto che siamo in presenza di un esecutivo di minoranza e di una maggioranza che e’ tale solo nel Palazzo, adesso dovra’ ricredersi. Tenere in piedi un governo siffatto – in presenza anche del dato politico della rottura della formula politica sperimentale che ne sta alla base (l’alleanza Partito Democratico -Movimento 5 Stelle che adesso viene sconfessata da tutti) – sarebbe una sconfitta della democrazia.

Complimenti a Donatella Tesei, da oggi presidente dell’Umbria, che ha potuto contare anche sull’appoggio e il sostegno del presidente Berlusconi e di Forza Italia, la cui collocazione politica resta saldamente ancorata nel centro-destra. Ora l’impegno comune, per quello che riguarda il nostro partito, deve essere il rilancio della nostra identita’ e dei nostri valori, mai come in questo momento necessari per contrastare la deriva tasse e manette del governo: c’e’ bisogno di una forza autenticamente liberale che difenda le ragioni delle imprese, del lavoro, delle famiglie e della libertà.