TIK TOK, REGOLAMENTARE UTILIZZO SOCIAL PER GIOVANISSIMI

pexels-photo-607812.jpeg
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Una tragica sfida su Tik Tok, il social network più diffuso tra i giovanissimi, ed una bambina di appena 10 anni perde la vita.
Dobbiamo tutti interrogarci dopo la drammatica vicenda della piccola Antonella.
I nostri figli sono esposti quotidianamente a migliaia di messaggi, di stimoli, di sollecitazioni. Internet è una grande opportunità, ma allo stesso tempo – se gestito con superficialità – un costante pericolo.
Occorre regolamentare l’uso dei social per i giovanissimi, serve un coinvolgimento dei genitori, e tutti gli attori sociali e istituzionali devono lavorare per rendere la rete un luogo sicuro.
Interveniamo tempestivamente affinché fatti come quelli di Palermo non si ripetano mai più. Subito un radicale cambio di passo.

Sottoscrivi la nostra Newsletter

Per restare in contatto con noi

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

1 commento

Angelo Di Lorenzo · 28 Gennaio 2021 alle 8:54

Ciao Mariastella, ti ringrazio per aver posto attenzione su un tema complesso come quello dei social soprattutto quando i minori come nel caso di Antonella li subiscono negativamente, dai bambini non possiamo pretendere un comportamento adulto nella gestione di un account social e d’altra parte abbiamo visto le reazioni dell’utenza social in generale che, a fronte di disposizioni censorie nei loro confronti che in alcuni casi si sono concretizzate con l’oscuramento dell’account, si è sentita limitata nella libertà di espressione, dunque é un terreno difficile su cui muoversi anche perché la proprietà della piattaforma social ha pieno diritto gestionale della stessa e agisce su scala globale, confido nella possibilità che almeno per i minori tali piattaforme vengano rimodulate opportunamente e con controlli più stringenti affinché il dramma di Antonella non si ripeta mai più.

Cordiali Saluti e buon lavoro

I commenti sono chiusi.

Connettiti con Mariastella

Seguimi sui Social